Personaggi pubblici del mondo di cultura e spettacolo facciano la loro parte

Le scuole, gli spazi pubblici, i parchi, i beni culturali e quelli demaniali saranno a disposizione di chi proporrà attività autogestite per lo sviluppo sociale delle nostre comunità, il recupero della verità storica e in favore della pace e della cooperazione nel Mediterraneo. Pubblica sarà l’acqua potabile. Libero da inquinamento il mare.
Darkshewitsch
Messaggi: 6
Iscritto il: 05/02/2015, 19:56

Personaggi pubblici del mondo di cultura e spettacolo facciano la loro parte

Messaggioda Darkshewitsch » 23/02/2015, 20:11

Avete pensato a che importanza avrebbe per il nostro movimento il contributo e la presa di posizione di personaggi pubblici? penso che sia l'unico modo affinché i media ne parlino. Purtroppo il movimento MO è ancora poco conosciuto. Puoi portare migliaia di ragazzi a manifestare a Potenza, ma purrtoppo ai media nazionali non interessa. E non è facile far capire alla gente comune la grandezza della cosa.
Penso che un lavoro sull'immagine e la divulgazione sia essenziale.

Proposte concrete:
- fare video "virali" che parlino di MO, a sfondo sociale e politico ovviamente: ci sono giovani nel movimento disposti a fare questi video?
- contattare personaggi famosi. Gli attori di Gomorra - la serie ad esempio, o i ragazzi di Jackall, o attori e musicisti campani famosi ( ne abbiamo in abbondanza). MOlti sono attenti ai temi sociali e darebbero un tono "non provinciale" all'iniziativa.

Kong
Messaggi: 2
Iscritto il: 22/02/2015, 21:05

Re: Personaggi pubblici del mondo di cultura e spettacolo facciano la loro parte

Messaggioda Kong » 24/02/2015, 14:33

Son d'accordo con te! Soprattutto credo che il messaggio che si deve far passare è che MO! non è, o almeno, non è solo un "movimento politico" destinato a dare i suoi frutti nell' immediato. Bisognerebbe inizare a penetrare nelle coscienze della gente progressivamente. Con i "grandi" nomi in vista si potrebbe organizzare un grande evento in piazza (Napoli, Palermo) a favore della riscoperta del Sud e di quello che fu. Bisognerebbe però che qualcuno creasse con loro un ponte e contatti validi. E non dimentichiamo che artisti come Federico Salvatore, Eugenio Bennato hanno fatto della "questione meridionale" il centro delle loro cantate e non credo avrebbero problemi...


Torna a “LIBERIAMOCI. La prima liberazione è quella della mente.”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron