Come candidarsi

MO! come ci si candida?

La Lista Civica MO! opera in base a principi di correttezza e trasparenza. Tutte le decisioni sono pubbliche e sono sottoposte al vaglio di un Garante non coinvolto elettoralmente nell'iniziativa e non iscritto a nessun movimento o partito politico.

Per presentare una candidatura nella Lista Civica MO! sono necessari:

1.una lettera da presentare anche online entro il 3 marzo 2015 firmata da tre cittadini con diritto di voto in Campania che illustri in massimo 10 righe la motivazione della richiesta di candidatura

2.un succinto curriculum del candidato con riferimento alle attività civili e politiche svolte e con l'indicazione della provincia nella quale si chiede la candidatura e l'indicazione del comune nel quale si vive o si svolge l'attività principale

3.una dichiarazione firmata del candidato di accettazione della proposta, accompagnata da una seconda firma dopo la seguente frase: “Accetto le regole della Lista Civica MO! e le decisioni motivate del Garante. Mi impegno a operare per l’attuazione del programma della Lista Civica, per il riscatto della popolazione della Campania e delle terre meridionali nonché per il bene comune, anteponendo questi impegni a ogni azione, diretta o indotta da circostanze negoziali, con altre forze politiche. Mi impegno a devolvere percentuale del compenso previsto dall’attività amministrativa (nella misura stabilita nelle regole della Lista Civica) ad attività o progetti sul territorio che saranno stabiliti dai promotori della Lista Civica e dai Garanti. Ripudio mafia, violenza, razzismo, fascismo e qualsiasi forma di discriminazione. Mi impegno in caso di accettazione della candidatura a presentare congrua documentazione dalla quale risulti che non abbia carichi penali pendenti e/o sentenze passate in giudicato con particolare riferimento a reati contro il patrimonio, truffe, associazione a delinquere”. Sono compatibili con la candidatura procedimenti giudiziari legati a lotte sociali non violente.

I Promotori della lista civica sono persone fisiche, anche con diverse esperienze e posizioni politiche e culturali, accomunate dalla convinzione che sia necessaria una azione diretta delle forze sociali attive in Campania, alternativa agli schieramenti politici corresponsabili della crisi. I Promotori agiscono con trasparenza. È possibile aderire al gruppo di Promotori con una richiesta accompagnata dalla presentazione di uno dei Promotori. L’adesione viene confermata con la maggioranza dei due terzi dei Promotori.

Il Garante è individuato dai Promotori tra persone di specchiata moralità, sicura fede meridionalista e non iscritte a singoli movimenti o partiti politici. Il Garante può essere sia una figura monocratica, sia un numero di persone in ogni caso non superiore a cinque. Il Garante è coadiuvato da una segreteria messa a disposizione dai Promotori.

Al Garante sono sottoposti tutti gli atti effettuati dai Promotori e in particolare le procedure per la selezione dei candidati. Le candidature pervenute possono essere escluse solo con parere motivato. Saranno in particolare escluse le candidature che contengano informazioni mendaci e quelle delle persone il cui profilo non è compatibile con gli obiettivi della Lista Civica Campania MO! o risulta incoerente con gli impegni del candidato. Saranno accolte con riserva le candidature con un numero di firme inferiori a tre, con un curriculum non esaustivo oppure non completo delle informazioni e dichiarazioni necessarie, invitando a integrare la documentazione.

Come si scelgono i candidati presidenti.

Le candidature sono presentate con le medesime modalità dei candidati ma il numero di firme sale a 100 e la scadenza è il 22 febbraio 2015. Il candidato presidente dichiarerà che non intende essere contemporaneamente candidato nella Lista Civica MO!

Viene convocata per sabato 28 febbraio 2015 a Napoli un’assemblea ”a proporzione vincolata” alla quale partecipa con diritto di voto un numero variabile ma vincolato di rappresentanti degli elettori, come di seguito indicato. I rappresentanti degli elettori sono individuati tra elettori della Regione Campania tramite iscrizione anche online ma con verifica capillare dell’identità e se necessario sorteggio. I partecipanti all’assemblea sono tenuti a sottoscrivere i medesimi impegni dei candidati (eccetto quelli economici).

I vincoli per la partecipazione per i rappresentanti degli elettori sono i seguenti:
1) di genere, nella proporzione di 1:1
2) territoriale, nella proporzione di 1 BN, 2 AV, 4 CE, 4 SA, 4 NA città, 8 NA provincia
Il numero di partecipanti con diritto di voto sarà portato al livello più alto possibile compatibile con i due vincoli indicati. Per determinare tra gli iscritti all’assemblea chi partecipa con diritto di voto si procede per sorteggio, all’interno di ciascun gruppo. Chi è escluso dal sorteggio può partecipare senza diritto di voto.

Come si tiene l’assemblea:

L’assemblea è presieduta da una figura esterna individuata dai Promotori.
Se c'è un solo candidato l'assemblea assume carattere confermativo e dovrà approvare a maggioranza la candidatura. In caso di mancata approvazione, la Lista Civica MO! rinuncia alla partecipazione alle Regionali in Campania.
In caso di più candidature, ciascun candidato presidente nominerà una persona di sua fiducia, cui spetterà rivolgere le domande.
Ciascun candidato avrà una quota uguale dei 40 minuti destinati a illustrare gli obiettivi.
Seguiranno le domande, alternando quelle di ciascuna persona di fiducia, con tempi di risposta di 3 minuti a testa, per un massimo di 100 minuti. Chiuderà un appello finale di 2 minuti a testa. Si passerà quindi a votazione palese, con eventuale ballottaggio, e si procederà alla proclamazione del candidato presidente. Il candidato presidente prescelto non potrà essere contemporaneamente candidato nella Lista Civica MO!.
Le candidature nella lista sono chiuse obbligatoriamente entro sette giorni dalla individuazione del candidato presidente.

Una volta individuato il Candidato presidente, questi coadiuvato da una segreteria e informando delle scelte il Garante provvederà a ripartire le candidature ai seguenti criteri:
a) provincia
b) corrispondenza del candidato con gli obiettivi della Lista Civica (valutata eccellente o buona: non è possibile definire “eccellente” più di una candidatura a Benevento, due ad Avellino, quattro a Caserta, cinque a Salerno e quattordici a Napoli)
c) genere maschile o femminile
d) fascia di età 18-30; 31-50; 51 in su
e) settore prevalente di interesse (ambiente e salute, lavoro e diritti, cultura e storia)

Il Candidato presidente provvede a ripartire tutti i candidati “eccellenti” nelle cinque province (i posti in totale sono 2 a Benevento, 4 ad Avellino, 8 a Caserta, 9 a Salerno e 27 a Napoli).

Il Candidato presidente passa a ripartire le candidature definite “buone” senza in nessun caso superare i limiti di genere che sono 1 a Benevento, 2 ad Avellino, 4 a Caserta, 5 a Salerno e 14 a Napoli. Se non è possibile collocare tutte le candidature “buone” si darà preferenza a quelle che rappresentino aree territoriali non coperte, fasce d'età e settori d'interesse sottorappresentati.

Se dopo aver ripartito le candidature buone resteranno ancora posizioni disponibili, si farà ricorso alle candidature multiple, nel rispetto delle normative di legge.

I candidati ad Avellino e a Benevento saranno obbligatoriamente in ordine alfabetico. Nelle altre tre liste provinciali si procederà all'elezione di una coppia di capolista. Ciascun candidato voterà due capilista obbligatoriamente di genere diverso pena annullamento della scheda e saranno capilista i due di genere diverso più votati e si procederà a ballottaggio in caso di parità. Dietro la coppia di capilista, si procederà in ordine alfabetico dalla A alla Z.